MSD Italia ha sviluppato un chatbot che aiuta i medici a trovare informazioni su diverse patologie. E migliora la qualità della vita dei malati di Alzheimer

 

Si basa sulla conversazione, che è la fondamentale interazione tra pari. In più è veloce ed è un canale innovativo“.

Queste le ragioni, secondo la Executive director Business operations & Digital strategy di MSD Italia Ilaria Catalano, alla base della nascita di MSD Salute. Si tratta di un chatbot dedicato ad alcune patologie, aperto inizialmente ai medici ma ora anche ai pazienti.

“Utilizziamo l’interfaccia di una chat e l’intelligenza artificiale, che legge il linguaggio naturale e fornisce delle risposte. Ovviamente, 24 ore su 24”

ha spiegato dal palco del Wired Health. I medici possono utilizzare questo strumento per avere informazioni e aggiornamenti su temi come l’immuno-oncologia, gli antibiotici, i vaccini contro il papillomavirus, il diabete e l’Alzheimer. E proprio questa ultima chat è stata aperta anche ai pazienti.

“È rivolta a coloro che manifestano i primi sintomi della malattia”.

L’intelligenza artificiale raccoglie tutte le informazioni relative a queste persone, anche dalle pagine social.
E utilizza queste informazioni per colmare i vuoti di memoria che si accompagnano a questa patologia.

“Rispondendo alle domande del paziente, gli ricordano dove abitano, chi sono i loro familiari, se assumono dei farmaci. Il chatbot è in grado di agire anche attraverso notifiche push”.

Migliorando, così, la qualità della vita di chi è affetto da questa malattia.

Read the article